prima pagina lente pagina precedente



COMUNALI 2017
La sconfitta del centrosinistra
Franco Isman

Dario Allevi con la fascia di presidente della Provincia, assieme alll'allora sindaco Marco Mariani, rende omaggio alla tomba del gerarca fascista Tarabella.

Centrodestra a valanga dappertutto, o quasi.

A Monza peggio perché il neo eletto sindaco ha, diciamo, spiccate simpatie fasciste: già militante di AN, filiazione dello MSI, non si è peritato di recarsi con la fascia di presidente della Provincia a rendere omaggio alla tomba del gerarca fascista Aldo Tarabella, assurta a simbolo dei caduti della repubblica di Salò, ha avuto l'appoggio di movimenti dichiaratamente fascisti e non è affatto escluso che esponenti di questi possano entrare in giunta.

Il fatto è che alla gente del fascismo e dei neo fascisti non gli può interessare di meno: i giovani non sanno che la dittatura fascista ha significato i tribunali speciali 1, le condanne a morte, il carcere, il confino, gli assassinii politici, la guerra d'Etiopia 2, la partecipazione alla guerra civile spagnola, le famigerate leggi razziali, la Seconda guerra mondiale 3 a fianco dei nazisti, con l'invasione della Iugoslavia e la tragica campagna di Russia, la RSI, fantoccio del nazismo, con l'incarcerazione e la deportazione degli ebrei ai campi di sterminio nazisti.

I giovani non sanno che il fascismo ha significato e significa razzismo ed esaltazione della violenza e della guerra. Sono passati tanti anni, dicono quelli che pensano bene, non ha senso ricordare. E il tragico passato sparisce nell'indifferenza e nell'oblio.

La Repubblica italiana è nata dalla sconfitta della dittatura fascista; la Costituzione italiana è nata dagli ideali che sono l'antitesi del fascismo; le leggi Scelba e Mancino vietano la ricostituzione sotto qualsiasi forma del partito fascista e l'esibizione dei suoi simboli, ma non sono rispettate. In Germania manifestazioni naziste come quelle italiane non sono nemmeno pensabili.

La pregiudiziale antifascista dovrebbe essere un imperativo categorico ma così non è ed anche la destra “pulita”, che pur esiste, non ha esitato a schierarsi a fianco di questo candidato determinandone la vittoria.

Scanagatti non risultava particolarmente simpatico, anzi in Comune non era ben visto da molti, che pur ne apprezzavano la professionalitÓ, era piuttosto accentratore ed autoritario, con quanto di bene e di male questo comporta. La sua amministrazione ha operato bene, tenuto conto delle restrizioni piovute dall'alto, con un grosso infortunio economico e, soprattutto, con un grave errore di valutazione dell'impatto provocato dalle modalità di accoglienza ai profughi. Anzi, al di là dell'accentramento dei profughi in due condomini ove i vecchi residenti sono diventati minoranza, con gravi problemi di coesistenza, quello che viene contestato è l'accoglienza stessa. Salvini docet.

Franco Isman

1 - Tribunali speciali: 31 condanne a morte, 27.000 anni di carcere.
2 - Guerra d'Etiopia: 5.000 morti italiani, 300.000 abissini.
3 - Seconda guerra mondiale: 400.000 civili e militari uccisi.

Condividi su Facebook

Segnala su Twitter


EVENTUALI COMMENTI
lettere@arengario.net

Commenti anonimi non saranno pubblicati


in su pagina precedente

  26 giugno 2017