prima pagina lente pagina precedente



Faccia di…
Franco Isman

dittatura
Giorgio Piacentini, comandante dei Vigili urbani di Biassono, ha pubblicato su Facebook questa sua fotografia in perfetta divisa d'ordinanza delle SS con aquila nazista, teschio e mostrina con il simbolo delle SS.

E mi sono venuti in mente una valanga di epiteti che non è difficile immaginare, e che se non enuncio expressis verbis è soltanto perché sono tutti inadeguati.
Perché non è possibile, nemmeno per un ignorante, non sapere che cosa sia stato lo sterminio nazista, perpetrato proprio dalle SS, braccio armato del partito nazista.

Ed esaltare oggi proprio le SS significa condividere a posteriori quanto di terribile le SS hanno compiuto; significa rendersi in qualche modo partecipi e quindi complici della più grande aberrazione del secolo scorso.
E che un individuo di tal fatta sia assurto al grado di comandante dei Vigili urbani della città (leghista) di Biassono non va certo ad onore di quella amministrazione e vedremo se avranno almeno il coraggio di destituirlo. Se così non fosse avrebbe proprio ragione Marco Pirola che su nuovabrianza ha proposto di chiamare il borgomastro “Luciano CaSSiraghi”.

L'ANPI ha presentato un esposto al prefetto di Monza Giovanna Vilasi e chi scrive ha dato incarico ad un avvocato di esaminare se si possa presentare una denuncia per apologia del nazismo.

Franco Isman

Condividi su Facebook
Segnala su Twitter


EVENTUALI COMMENTI
lettere@arengario.net
Commenti anonimi non saranno pubblicati

in su pagina precedente

  8 gennaio 2017