prima pagina pagina precedente




sulla stampa
10 maggio 2018

Breaking news
Israele lancia il maggiore attacco da decenni alla Siria dopo il lancio di razzi iraniani.
Una mazzata ad Assad: l'attacco israeliano ha distrutto cinque batterie antiaeree siriane.
Israele ha colpito "quasi tutte le infrastrutture iraniane in Siria", dice il capo della difesa.

su Haaretz 10.05.2018 13:42


La Germania ha criticato l'Iran mentre la Francia ha chiesto una riduzione delle tensioni dopo che Israele ha detto che la repubblica islamica ha lanciato un razzo notturno dalla Siria su una base militare israeliana e di aver risposto con i propri missili nel più ampio attacco ad un paese vicino da decenni.
"Questi attacchi sono una seria provocazione che condanniamo con forza. Come abbiamo sempre sottolineato, Israele ha il diritto all'autodifesa", ha detto un portavoce del ministero degli esteri tedesco in una dichiarazione.
Israele ha detto di aver attaccato quasi tutta l'infrastruttura militare iraniana in Siria giovedì dopo che le forze iraniane hanno per la prima volta lanciato missili contro il territorio israeliano. È stato il bombardamento israeliano più pesante in Siria dall'inizio della guerra civile nel 2011, in cui iraniani, milizie sciite alleate e soldati russi si sono schierati a sostegno del presidente Bashar Assad.
Secondo l'Osservatorio siriano per i diritti umani ventitrè combattenti, tra cui 18 stranieri, sono stati uccisi nell'attacco.
Commentando l'incidente, i tedeschi hanno detto, tuttavia, che è "cruciale che non ci sia un'ulteriore escalation".
La Gran Bretagna ha anch'essa condannato gli attacchi dell'Iran e ha invitato la Russia a usare la sua influenza in Siria per fermare altri attacchi, ha detto oggi un portavoce del Primo Ministro Theresa May. "Condanniamo l'attacco dell'Iran a Israele, Israele ha tutto il diritto di difendersi", ha detto il portavoce ai giornalisti. "Chiediamo all'Iran di astenersi da ulteriori attacchi ed a tutte le parti di evitare ulteriori azioni, chiediamo alla Russia di usare la sua influenza in Siria per prevenire ulteriori attacchi iraniani".
Nel frattempo, il presidente francese Emmanuel Macron ha raccomandato un allentamento delle tensioni in Medio Oriente.

Traduzione Arengario

  10 maggio 2018